Consegna dei primi due contributi al Parco Gioia e all’Associazione Pane di Sant’Antonio

pubblicato in: Senza categoria | 0

Il Gruppo Alpini di Varese ha chiuso materialmente la “Cronoscalata Tre Croci” consegnando il ricavato dell’iniziativa, compresa nel calendario della Festa della Montagna 2019, alle “locomotive” del progetto “Parco Gioia”, riguardante un’area di giochi inclusivi nel parco di Villa Mjlius,  Emanuela Solimeno, Anita Romeo e la presidentessa dell’Associazione Spina Bifida Italia, Cristina Dieci.

Nella sede delle penne nere varesine il Capo Gruppo Antonio Verdelli con la sua inseparabile e infaticabile squadra ha celebrato la consegna unendola a quella dedicata all’Associazione Pane di Sant’Antonio, rappresentata da Laura Bramati e Francesco Bernasconi, anticipando quelle in programma nella tradizionale serata del 14 dicembre, “Il piacere di donare”, del concerto di Natale del Coro Ana Campo dei Fiori nella Chiesa della Motta. Nell’occasione Verdelli ha lanciato la lunga volata verso l’edizione 2020 della “Cronoscalata Tre Croci” annunciando a Marco Dal Fior che il ricavato sarà devoluto all’associazione “La casa di Paolo” fondata con la sua famiglia a ricordo del figlio Paolo che nella sua sede all’Oratorio di San Vittore accoglie bambini e ragazzi per il dopo scuola con l’aiuto allo studio stringendo la mano al suo papà Marco Dal Fior. 

“Serate come questa gratificano al meglio l’impegno dei nostri soci per difendere e portare avanti una festa come quella della montagna da tutti definita la più bella di Varese – ha detto Antonio Verdelli – importante è per noi essere utili e conoscere sempre più realtà come noi impegnate nell’attenzioni per gli altri alle quali poter dare una mano”. 

“Da quando siamo partiti per realizzare il progetto Parco Gioia -ha aggiunto Emanuela Solimeno- abbiamo vissuto momenti meravigliosi senza fine. Ricordo bene com’ero preoccupata alla viglia della nostra camminata da Sant’Ambrogio al campo dei Fiori, per la distanza, la salita e le pessime previsioni meteo, invece, nonostante la pioggia, la partecipazione è stata grande almeno quanto la gioia di condividere il nostro sogno con tanta gente, eliminando la fatica e lasciandoci una grande energia per regalare a Varese un parco giochi per tutti i bambini”.