Gruppo Alpini Varese & Croce Rossa

postato in: Senza categoria | 0

Pronto, ciao Luca! Mi ha chiamato Croce Rossa per chiedere l’aiuto del Gruppo Alpini per la distribuzione di farmaci e alimenti a persone in difficoltà… Quando pensi possiamo iniziare?”
“Faccio un paio di telefonate, da domani siamo operativi”
Con questa telefonata è iniziata la collaborazione del Gruppo Alpini di Varese con Croce Rossa Comitato di Varese per l’emergenza COVID, in supporto a quella parte di popolazione più debole e bisognosa. Devo riconoscere che non avevo dubbi sulla loro disponibilità, ma l’immediatezza con cui si sono messi in campo è stata eccezionale.
Dalla fine del mese di marzo gli Alpini hanno affiancato quotidianamente i volontari di CRI con due equipaggi per coprire turni dalle 8 alle 20 per un totale di quasi 600 ore di volontariato.


Circa 30 volontari si sono alternati per effettuare consegna farmaci, per fare la spesa, per consegnare pranzi e cene caldi, per ritirare ricette e farmaci presso gli ospedali e consegnarli a persone in difficoltà, che magari erano in difficoltà già prima dell’emergenza Coronavirus e che in questo periodo di lockdown, a maggior ragione, hanno bisogno della nostra presenza.
Tantissime sono state le adesioni di Alpini e Amici del Gruppo di Varese; le colonne portanti, che da sempre rappresentano il Gruppo, purtroppo non hanno potuto essere operativi sul campo per raggiunti limiti di età, ma ci sono quelli più “giovani” e i figli degli Alpini, ci sono gli Amici e chi magari fino ad ora è rimasto un po’ nell’ombra, ma che in un futuro non troppo lontano potrebbe rappresentare l’avvenire del Gruppo.
I volontari che si sono dedicati a questo servizio dicono che la riconoscenza e il calore che hanno ricevuto dalle persone assistite è stata davvero grande e che, anche dietro le mascherine, il sorriso che si sono donati reciprocamente ha riempito il cuore.
GRAZIE dunque a chi è stato in prima linea, GRAZIE a chi non ha potuto fare servizio attivo, ma ha sostenuto i volontari in maniera diversa, GRAZIE a chi, da dietro la tastiera del pc e con il telefono in mano, ha organizzato i turni e i mezzi, con la speranza che questa emergenza termini il prima possibile, ma con la consapevolezza che la nostra disponibilità continuerà fino a quando ci sarà bisogno.